Spark Italia, intimo tecnico Brio line

Spark è un noto marchio italiano che negli ultimi anni ha conosciuto un periodo buio. Grazie alla volontà di del giovane Simone Beccani Spark sta cercando di rilanciarsi nel settore dei prodotti intimi e tecnici. Nascendo come marchio storico nell’ambito dei motori Spark strizza l’occhio verso i prodotti tecnici outdoor, alla montagna e alla neve. Abbiamo avuto l’occasione di poter provare per un po’ di tempo alcuni suoi capi e vogliamo raccontarvi quel è stato il nostro feeling!

I capi Spark sono interamente prodotti in Italia in tessuto sintetico, ci teniamo a sottolinearlo proprio per raccontarvi l’attenzione che c’è dietro la scelta di preferire una produzione nostrana; a volte anche svantaggiosa a livello economico per molti brand. Uno dei punti di forza di questo intimo è sicuramente la tecnologia SEAMLESS che serve per la costruzione del capo cercando di ridurre le cuciture al minimo indispensabile. Le maglie e le calzamaglie tecniche essendo sempre a contatto diretto con la pelle è importante che risultino il più confortevoli possibile e non provochino irritazioni o fastidio. Spesso le cuciture creando spessore nel tessuto possono portare a sfregamenti sulla pelle mentre con questa tecnologia utilizzata da Spark il tessuto risulta molto più uniforme e “morbido”. Altre due caratteristiche che vogliamo sottolineare sono la struttura 3D Zone che crea delle zone cuscinetto in quelle parti del corpo che sono più soggette a sollecitazione mentre sono presenti aperture traspiranti in rete nelle aree di maggior sudorazione. Adesso vi raccontiamo le nostre impressioni rispetto al completo che abbiamo provato in questi mesi.

Malia’S Brio

La maglia Brio è il capo tecnico di punta di Spark, sono presenti tutte le tecnologie sopra citate (seamless, 3D zone e rete traspirante) oltre ai fantastici fori per il pollice alla fine della manica per permettere un’aderenza completa. Abbiamo usato questo capo sia per sciare in pista che in qualche gita di sci alpinismo e freeride per provarlo in varie condizioni. Il feeling una volta indossato è quello di una seconda pelle, completamente aderente e con un taglio perfetto. Molto confortevole addosso e questa cura nella lavorazione senza cuciture rende davvero tanto. La cerniera si apre quasi fino a metà busto l’unica nota negativa che abbiamo notato è che stringe leggermente il collo una volta chiusa completamente e quindi bisogna lasciarla leggermente aperta. A livello di traspirazione e calore possiamo dire che sia veramente top, forse lo sci alpinismo o le attività in montagna ad alte intensità non sono il suo forte visto che si trascorrono tante ora sudando e a volte un capo così attillato può risultare fastidioso verso il fine giornata. Al contrario per sci da discesa e freeride risulta davvero davvero strabiliante arrivando a fine giornata dimenticandosi di averlo indossato!

Panta’S Brio

Calzamaglia Brio fa coppia con la maglia ovviamente e si completano a vicenda. Le attenzioni tecniche sono le stesse di Malia’S, piccolo particolare in più è un laccetto alla fine di ogni gamba da posizionare sotto il piede. A volte scappa via non è il sistema perfetto ma non crea nessun problema. Il pantalone ha una calzata immediata e conserva la stessa aderenza e vestibilità della maglia. Non essendo presenti cerniere o cuciture particolari il comfort possiamo dire che sia praticamente assoluto. Le aree rinforzate con 3D zone danno davvero un feeling di compressione nelle zone muscolari che a fine giornata (sopratutto se si lavora molto di gamba) apprezzerete molto. Secondo noi la forza di questa calzamaglia nata per la moto ed esportata in montagna per provarla in altre condizioni è che potrebbe davvero diventare un capo polivalente per chi ama praticare più attività!

 

 

 

One thought on “Spark Italia, intimo tecnico Brio line

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *